INOX 7GM® Vs INOX 7WL: che differenza c’è?

INOX 7GM® Vs INOX 7WL: che differenza c’è?

Che cos’è un nome? Nel caso degli acciai rigidizzati 7GM®, è la garanzia che stai acquistando davvero ciò che hai cercato.

Dopo mesi di confronti con clienti e fornitori, abbiamo finalmente deciso di condividere gli esiti di un dibattito che ha molto interessato i nostri uffici tecnico e commerciale, perché una differenza tra l’acciaio inox 7GM® e l’acciaio inox 7WL esiste, al punto di poter affermare con sicurezza che il 7WL NON è il 7GM®.

Vediamo perché.

Per spiegare le importanti differenze tra inox 7GM® e inox 7WL, partiamo proprio dal nome.

La sigla “7GM®” identifica l’acciaio inox rigidizzato prodotto solo ed esclusivamente da Rimex Metals.

Si tratta, infatti, di un marchio registrato: solo il prodotto Rimex può portare questo nome, e i prodotti con questo nome sono solo di produzione Rimex.

Lo mettiamo subito in chiaro, “nero su bianco”, per togliere ogni dubbio: se volete lamiere inox 7GM® dovrete rivolgervi a Rimex Metals o ai suoi rivenditori autorizzati.

Cosa sono, allora, gli acciai 7WL? Più o meno quello che la Pepsi-Cola® è per la Coca-Cola®!

Gli acciai inox 7WL sono l’imitazione della bugna a diamante di origine inglese.

Per le altre finiture presenti sul mercato è possibile usare gli stessi nomi: la lamiera inox chicco di riso, per esempio, è identificata con la sigla “5WL” sia dai produttori Rimex che dalle altre aziende concorrenti. Questo accade anche per altri acciai inox rigidizzati e inox decorati. Quando qualcuno sceglie di rinominare le finiture, preferendo i nomi descrittivi o ideandone di nuovi, lo fa per ragioni di immagine o di comunicazione. Perché, per esempio, può essere considerata più efficace sul mercato italiano l’etichetta “inox lino” piuttosto che la versione inglese “linen”, così come “inox quadro” al posto di “squares”, o ancora “inox dama” invece di “checks”.

Anche in questi casi, il consumatore si troverà di fronte a prodotti che possono variare più o meno significativamente l’uno dall’altro in base al produttore/commerciante da cui si rifornisce che portano. Avendo lo stesso nome o nomi simili, la qualità può essere, quindi, verificata solo attraverso una conoscenza diretta dell’articolo.

Ciò non accade col 7GM®, che ha un nome unico che lo lega univocamente a Rimex Metals.

Qualsiasi uso improprio di questo nome costituisce un illecito a danno della azienda Rimex e una truffa ai danni del cliente.

Obbedienti alle leggi del marketing, allora, gli altri produttori astutamente lo richiamano, mettendo il numero 7 di fronte alla sigla “WL”, che banalmente identifica le lamiere inox “wave line” (2WL, 5WL, 6WL).

Mescolando le carte, si è creata, però, confusione e chi crede di acquistare un equivalente del prodotto Rimex, si ritrova con qualcosa di molto diverso.

L’associazione con la famiglia degli acciai rigidizzati “WL” ci appare, poi, fuori luogo per due ragioni ben precise.

Prima di tutto l’acciaio inox 7GM® ha un nome che intenzionalmente vuole sottolineare e ricordare la rottura proprio con gli acciai inox rigidizzati 2WL, 5WL e 6WL.

La versione ufficiale di come venne prodotta la prima lamiera inox 7GM® vuole, infatti, che tutto sia da ricondurre ad un grande – ma fortunato – errore, incorso durante la creazione di nuovi rulli. In produzione se ne accorsero solo a laminazione ultimata.

Una volta montati sul laminatoio e avviata la produzione di quelle che avrebbero dovuto essere lamiere inox 6WL, anziché imprimere le previste semisfere, i rulli diedero forma alle piccole piramidi tipiche del 7GM®, perfette per l’utilizzo di questo acciaio nei sistemi di packaging.

La sigla “GM” significa “Great Mistake” e racchiude, quindi, la storia di questa finitura.

Rimex Metals non scelse il nome 7WL è perché la bugna che ne risultò si distingueva in maniera evidente da quelle della famiglia “grana di riso”.

Al contrario degli acciai inox 2WL, inox 5WL e inox 6WL, che presentano linee morbide e tondeggianti, gli acciai rigidizzati 7GM® hanno dei vertici ben definiti, seppur arrotondati. L’effetto finale è un pattern caratterizzato da bugne che ricordano sezioni di diamanti.

Il marchio 7GM®, inoltre, è sinonimo di qualità e storia.

Una copia non potrà mai essere come un originale, ma vogliamo sottolineare qui in che modo i prodotti Rimex Metals si distinguono da quelli dei concorrenti.

Prima di tutto, lo stabilimento Rimex è dotato di macchinari differenti da quelli presenti oggi sul mercato.

Si tratta di impianti che condividono la lunga storia dell’azienda: sono strutturalmente diversi, più robusti e resistenti, e riescono, quindi, ad esercitare una forza maggiore rispetto a quelli di nuova generazione.

Senza voler essere nostalgici, è vero per molti settori che i macchinari di vecchia data ancora operanti sono in grado di fornire prestazioni di gran lunga più notevoli di quelle offerte dalla moderna tecnologia.

Per tutte le ragioni elencate fin qui, un 7GM® sarà sempre uguale ad un altro 7GM®, mentre i 7WL possono variare significativamente in base al produttore.

La casa madre inglese non ha reso noti gli aspetti tecnici che identificano le bugne originali: non ci è possibile dire quanti millimetri debbano separare ogni bugna dall’altra, o quali siano i rapporti tra lati e diagonali delle piccole piramidi romboidali, ma le differenze sono visibili anche a occhio nudo.

Ogni piccola bugna dell’acciaio inox 7GM® è ben formata, presentando tratti netti e puliti che creano cioè un effetto “definizione” dei contorni. Questa, che è una delle più evidenti caratteristiche estetiche del 7GM® è dovuta proprio alla potenza di macchinari storici Rimex e della loro straordinaria potenza di impressione del design sulla lamiera. Non ci è ancora capitato di trovare un prodotto della concorrenza in grado di replicare questa incredibile sensazione di nitidezza.

La base di ogni bugna, poi, è separata dalla vicina da piccole porzioni di lamiera lineare che ricordano le fughe delle piastrelle: in alcune versioni del 7WL, invece, i lati dei diamanti terminano direttamente in queste fughe da cui si alzano i lati delle bugne accanto.

Un’altra differenza evidente è la forma dei piccoli rombi: nell’inox 7GM® appaiono più stretti e lunghi (la disparità tra le diagonali è quindi molto accentuata), alcuni esemplari del 7WL riducono questo divario, ottenendo rombi più larghi e corti.

Infine, l’acciaio inox 7GM®, come tutti gli altri acciai inox rigidizzati Rimex Metals, è idoneo al contatto con gli alimenti. La fornitura Steel Service è accompagnata dal certificato 3.1 e dalla dichiarazione di conformità M.O.C.A.

In pieno rispetto delle normative italiane ed europee, con l’acciaio inox 7GM® è possibile realizzare macchine per la produzione e il confezionamento di prodotti alimentari, perfettamente sicure per la salute dei consumatori finali.

Insomma, come la ricetta della Nutella® è segreta, così il modello dell’inox 7GM® è privato, e come non esiste altra crema spalmabile alla nocciola in grado di eguagliare quella della Ferrero, così non ci sono altre lamiere inox con la particolare bugna piramidale che siano paragonabili al prodotto Rimex Metals.

Diffida sempre delle imitazioni!

Per altre informazioni sul 7GM® clicca qui!

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *