Uso del Supermirror negli Ascensori: lo specchio che non si frantuma.

Uso del Supermirror negli Ascensori: lo specchio che non si frantuma.

Mirror Mirror on… elevators! Prendiamo in prestito l’iconica frase di una nota fiaba per bambini per parlare delle applicazioni della finitura inox SUPERMIRROR nel settore ascensoristico, in particolare nella costruzione degli ascensori, dove la superficie riflettente a specchio offre notevoli vantaggi in termini di estetica, sicurezza e intrattenimento dei passeggeri.

L’introduzione degli specchi in ascensoristica è strettamente legata al boom economico del secondo dopoguerra e al nuovo stile di vita degli abitanti delle metropoli: la velocità degli ascensori non riusciva a stare al passo dei nuovi ritmi urbani e occorreva qualcosa che distraesse l’utenza durante l’attesa e al tempo stesso potesse essere utile. Confidando nel ruolo del naturale amor proprio di ognuno di noi, i produttori optarono per gli specchi, che iniziarono a vestire e circondare gli ascensori.

Porte, architravi, pulsantiere e anche le pareti a fianco degli impianti, oggi sono realizzate con acciaio inox SUPERMIRROR, che oltre ad essere riflettente quanto un normale specchio, garantisce la sicurezza degli utenti sia durante l’attesa, che all’interno della cabina.

Il SUPERMIRROR, infatti, non si frantuma, a differenza dei normali specchi in vetro, contribuisce alla robustezza della struttura della cabina ed essendo in acciaio inossidabile ha proprietà anticorrosive, meccaniche e antiincendio., che ne assicurano durata e resistenza in condizione termiche e meccaniche particolari.

Infine, è facilissimo da pulire e non necessita dell’uso di prodotti particolari per la sanificazione.

La superficie a specchio all’interno della cabina ha lo scopo di accrescere la profondità di quello che rimane pur sempre uno spazio angusto, ma è la psiche del fruitore a beneficiarne maggiormente e ad essere, quindi, il vero target di questa applicazione.

L’effetto ottico creato dallo specchio, infatti, aiuta ad attenuare lo stress emotivo e psicologico che uno spazio chiuso e ristretto può causare all’utenza.[1] Ecco perché vengono realizzati con lamiere inox SUPERMIRROR, non solo angoli, profili, pareti e bottoniere, ma anche i soffitti degli ascensori.

Si invita, insomma, il passeggero a dimenticare le proprie preoccupazioni, a rilassarsi e a godersi il viaggio, giocando con il proprio riflesso, accertandosi del proprio aspetto e confortando il proprio ego appena prima, per esempio, di un importante appuntamento.

Combinato, poi, con altre finiture per l’acciaio inossidabile che consentono di controllare la luminosità, come il GRANEX™ o gli acciai decorati LINEN (tela di lino) e CHECKS (dama), o ancora attraverso i riflessi creati dagli acciai colorati galvanici ColourTex® o Titanium T22, l’acciaio inox SUPERMIRROR crea un ambiente moderno e confortevole.

Il comfort e l’intimità creata da questi ascensori è tale che ha portato all’esplosione della mania dell’elevator selfie: impossibile senza il giusto specchio e la luce perfetta!

Il SUPERMIRROR è lo specchio ideale non solo perché ti restituisce l’immagine migliore, ma perché contribuisce alla sicurezza dei passeggeri.

Il rapporto quotidiano con gli impianto elevatori si è intensificato negli anni, specialmente nelle città, dove l’orientamento verticale dello sviluppo urbano non può prescindere dagli ascensori.  Inoltre, in quasi tutte le strutture residenziali, anche quelle di vecchia costruzione, è possibile installare un montascale, un ascensore o un mini-ascensore, che possono facilitare la mobilità di persone anziani o con disabilità.

La crescente confidenza con questi ambienti ha portato a considerare gli ascensori molto più che un semplice mezzo di trasporto: tanto dai costruttori quanto dagli utenti, sono percepiti come delle vere e proprie stanze dove il tempo trascorso al loro interno deve essere valorizzato.

Accanto alle nuove introduzioni tecnologiche – musica di sottofondo, schermi digitali e interattivi collegati al web, etc. – lo specchio rimane un’irrinunciabile, e sempre più ricercata, soluzione di design e intrattenimento, che, se realizzato con acciaio inox SUPERMIRROR non può che essere un SUPERSPECCHIO.

 

[1] BBC e New Yorker ci informano che secondo alcuni studi comportamentali condotti da università e ricercatori americani, ansia, senso di passività, paura e patologie specifiche legate all’ascensore sono ancora molto diffuse, nonostante gli incidenti legati a questo mezzo siano largamente inferiori e di entità minore rispetto ai quelli che avvengono coi più diffusi mezzi di trasporto tra cui auto, aerei, treni e le stesse scale!  BBC, “Why do we behave so oddly in lifts?”, 09/10/2012, https://www.bbc.com/news/magazine-19846214 consultato il 29/03/2019; NEW YORKER, “Up and the Down”, 21/04/20018, https://www.newyorker.com/magazine/2008/04/21/up-and-then-down.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *